NEWS IN EVIDENZA


L’Istituto Comprensivo Statale
"L. Bassi - S. Catalano”

non si avvale né di albo né di elenchi fornitori


Si informa che, a partire dal mese
di novembre 2019 e fino a
venerdì 29 maggio 2020,

la biblioteca scolastica sarà aperta
al prestito e alla consultazione dei libri
con il seguente orario settimanale:

VENERDI' DALLE 12.10 ALLE 13.10


LA CHITARRA  

La chitarra è indubbiamente uno degli strumenti più diffusi e amati in tutto il mondo. Fa parte della famiglia dei Cordofoni e, in particolare, degli strumenti a corde pizzicate poiché il suo caratteristico suono viene prodotto pizzicando le corde con le dita della mano destra o con un triangolino di plastica detto plettro.
La chitarra è uno strumento polifonico, ciò vuol dire che può produrre più suoni alla volta, per questo motivo viene utilizzata sia nella musica d'insieme sia come strumento solista in grado di eseguire contemporaneamente melodia e accompagnamento.
Spesso si crede erroneamente che la chitarra sia uno strumento moderno, al contrario essa ha origini antichissime. Rappresentazioni di strumenti simili alla chitarra sono state ritrovate in reperti di varie culture precristiane, nell'antico Egitto e in tutta l'aria mediorientale.
Successivamente, passando attraverso gli strumenti medioevali, il liuto rinascimentale, la chitarra barocca e la chitarra romantica, intorno alla metà del 1800, grazie all'opera del liutaio Antonio Torres, la chitarra acquisisce le struttura che conosciamo con cassa armonica a forma di otto e sei corde semplici.
Nel novecento alla chitarra classica si sono affiancate la chitarra elettrica e quella acustica che trovano la loro più ampia applicazione nel campo della musica rock/pop.                                     
 

 
    LA CHITARRA CLASSICA  

La chitarra classica si riconosce dal corpo cavo in legno e dalle prime tre corde in nylon.
Parti chitarra.
Si suona premendo le corde in vari punti della tastiera con la mano sinistra e pizzicandole con le unghie delle dita della mano destra.
E' necessaria per eseguire i brani di musica colta che, nel corso dei secoli, vari compositori di fama mondiale le hanno dedicato. Non tutti sanno infatti che il chitarrista classico può vantarsi di avere nel suo repertorio Suites di Bach e Sonate di Paganini (che oltre ad essere un virtuoso del violino si dilettava e suonare il nostro strumento) e che un compositore del calibro di Debussy amava talmente la chitarra da affermare:"La chitarra è un clavicembalo, ma espressivo".
Non mancano alla chitarra, poi, compositori meno noti ma non meno apprezzabili come Mauro Giuliani, Fernando Sor, Francisco Tarrega, Manuel Maria Ponce, Joaquin Turina e interpreti leggendari come Andres Segovia, che portò la chitarra classica alla ribalta nei teatri di tutto il mondo, e i suoi successori John Williams e Julian Bream.
Se siete curiosi di sentire come suonano questi brani provate a cercare i nomi che ho citato su youtube.
La chitarra classica usa il sistema di scrittura denominato pentagramma che consiste nell'unione di cinque linee e quattro spazi.
Ecco i nomi delle note sulle linee e sugli spazi e la loro posizione sulla tastiera della chitarra.
Se volete, esercitatevi a scrivere i nomi sotto queste note.

 
LA CHITARRA ELETTRICA  

La chitarra elettrica si riconosce dall'assenza della buca e dal fatto che ha tutte le corde in metallo.
Parti chitarra elettrica.
Si suona premendo le corde in vari punti con le dita della mano sinistra e pizzicando le stesse con un plettro tenuto con pollice e indice della mano destra.
Collegandola tramite un cavo al suo amplificatore, si può aumentarne o diminuirne il volume e cambiarne il suono applicando degli effetti, solitamente controllati da pedali. Trova un largo impiego in tutti i generi moderni come il rock, il pop, il jazz ed il blues sia come strumento di accompagnamento che come solista.
La chitarra ritmica o d'accompagnamento, in genere ha il ruolo di suonare gli accordi che si indicano con delle sigle a cui corrispondono determinate posizioni delle dita della mano sinistra.
Griglie accordi maggiori e minori.
La chitarra solista si occupa invece di eseguire gli assoli, ovvero delle linee melodiche che il musicista improvvisa al momento o legge da un intavolatura.
L'intavolatura, composta da sei linee, rappresenta le corde della chitarra ed ogni numero scritto su una linea indica a che tasto va premuta la corda indicata.
Prova a suonare questa semplice canzone.  

 
LA CHITARRA  ACUSTICA  
 
La chitarra acustica racchiude alcune caratteristiche delle chitarre di cui abbiamo parlato finora.
Come la classica, ha il corpo cavo e la buca al centro della tavola armonica e, come l'elettrica, tutte le corde in metallo.
Inoltre può essere amplificata oppure no.
Viene solitamente usata per accompagnare il canto ma recentemente sta avendo un grande successo come strumento solista poiché consente di affiancare alle possibilità armoniche e melodiche della tecnica tradizionale l'impulso ritmico dato dallo sviluppo di una nuova tecnica percussiva.